Benefici della dieta mediterranea



Descritti gli alimenti che compongono la piramide della dieta mediterranea e dati alcuni consigli su come abbassare da 2000 a 1200 le calorie quotidiane da assumere per ridurre il proprio peso corporeo, lasciamo a disposizione anche un piccolo elenco dei benefici che tale stile alimentare favorisce.

dieta mediterranea

Gli alimenti presenti maggiormente nella dieta mediterranea permettono di aiutare i reni a svolgere le loro funzioni nel modo più agevole possibile, senza affaticarli e impedendo l’insorgere di varie malattie e patologie ad essi associate e, di conseguenza, evita anche il rischio di infezioni all’apparato urinario.

Ancora, numerosi benefici anche per il cuore, motore pulsante dell’intero organismo e del sistema circolatorio spesso compromessi dall’aumento di LDL (colesterolo cattivo) dovuto al largo consumo di cibo spazzatura. Il famoso bicchiere di vino a pasto, per i suoi antiossidanti, aiuta molto in tal senso. Per chi è astemio, le stesse proprietà si possono facilmente reperire nella frutta e nella verdura, alimenti di cui la dieta mediterranea abbonda.


Ancora, malgrado la presenza di carboidrati e proteine animali, la dieta mediterranea è anche in grado di tenere sotto controllo l’insorgere di patologie che impediscono la corretta assimilazione degli zuccheri e riducono il glucosio nell’organismo, una delle sostanze che maggiormente determinano l’insorgere di stati di malessere dovuti dal diabete.

I cibi mediterranei, inoltre prevengono il rischio obesità grazie alle loro molteplici capacità nutritive che impediscono alla persona di sentire i morsi della fame dovuti a regimi alimentari estremi e l’alta percentuale di fibre presenti in essi. In più, i piatti mediterranei non perdono in gusto grazie anche alle spezie e alle piante medicinali (l’aglio, ad esempio, è un noto regolatore della pressione) utilizzate nella preparazione di vari piatti tipici (origano, salvia e rosmarino sono considerati dei veri e propri antiossidanti e le loro proprietà erano note anche in tempi antichi).

La varietà di vitamine presenti nella frutta, dove spiccano albicocche, fragole, uniti agli antiossidanti naturali sopra descritti diminuiscono notevolmente la formazione di varie tipologie di tumori. Infine, più i prodotti utilizzati derivano da coltivazioni biologiche e più si abbassano gli stati di malesseri dovuti all’inquinamento.