Dieta genetica: di cosa si tratta?



I problemi di peso sono purtroppo sempre più diffusi nella nostra società contemporanea, una società che ci fa vivere una routine davvero vorticosa, in cui non c’è spazio per cucinare piatti genuini, in cui spesso mangiamo fuori casa e in modo del tutto scorretto, in cui non c’è tempo neanche per un po’ di sana attività fisica. E così sono numerose le persone che sono in sovrappeso o che addirittura sono al limite dell’obesità. Si tratta di persone che sicuramente nel corso della loro vita hanno intrapreso molte diverse tipologie di diete, senza mai riuscire però ad ottenere dei validi risultati.

La maggior parte di queste persone non riesce proprio a perdere peso. Altre invece perdono magari anche molti chili, con estrema fatica, ma alla fine li riprendono nel giro di pochissimo tempo, rendendo questa fatica e ogni sacrificio fatto del tutto vano. E così dopo tanti tentativi, spesso queste persone perdono del tutto la fiducia nelle diete e restano con il loro sovrappeso, senza riuscire mai a sentirsi bene con se stessi e con il proprio corpo, senza mai riuscire ad eliminare alla radice il rischio di incorrere in varie tipologie di problemi di salute.

Anche voi vi rivedete in questa descrizione? E se vi dicessimo che esiste una dieta che può davvero fare la differenza? Stiamo parlando della dieta genetica. La dieta genetica si basa sulla consapevolezza che non è possibile che esista una dieta valida per tutti, che non è possibile che una stessa dieta sia in grado di far ottenere le stesse identiche risposte da ogni corpo, ad ogni organismo. Perché ogni organismo è un universo a parte, con specifiche caratteristiche che sono uniche al mondo e con un metabolismo che è altrettanto unico e che funziona in modo completamente diverso quindi da quello di ogni altra persona.


Il regime nutrizionale che la dieta genetica impone al soggetto che vuole dimagrire si basa su questa consapevolezza e sullo specifico profilo metabolico, personalizzata quindi e calibrata in base ad ogni singolo soggetto. Per poter determinare il profilo metabolico è ovviamente necessario effettuare un semplice test genetico. Inoltre è di fondamentale importanza anche una valutazione del generale stato di salute del soggetto e del suo specifico stile di vita. La dieta genetica insomma risponde in modo chiaro, preciso e accurato a quelle che sono le esigenze specifiche di ogni singolo individuo, di ogni singolo organismo, riuscendo così a portare ai risultati sperati, ad un dimagrimento che resterà tale a lungo nel tempo.

Ovviamente è di fondamentale importanza fare affidamento su dei professionisti del settore che siano specializzati nella dieta genetica e che possano garantire un supporto continuo a coloro che vogliono dimagrire. Il bello è che oggi molti professionisti del settore sono in grado di portare avanti questo servizio anche direttamente online. Dnaprolife è, ad esempio, un laboratorio che invia direttamente a casa il kit per effettuare il prelievo per il test genetico, prelievo che può poi comodamente essere inviato via posta al laboratorio. Oltre al test viene chiesta anche la compilazione di un questionario così da avere quante più informazioni possibile sul soggetto. Una volta che Dnaprolife ha ottenuto tutte queste informazioni, procede ad inoltrare una dieta personalizzata e offre una consulenza direttamente via mail per tutta la durata della dieta stessa. In questo modo non ci sono esami da dover fare in ambulatori e ospedali, non è necessario muoversi da casa, perdere tempo, stare nel traffico, fare lunghe attese, in questo modo si riesce insomma ad iniziare il proprio percorso di dimagrimento senza neanche muoversi da casa.