Dieta e vino: due mondi per forza disgiunti?



Spesso quando si decide di stare a dieta si tende a rinunciare subito ad alcuni alimenti, che si ritengono superflui. Il vino e gli alcolici sono i primi della lista, visto che per molte persone è facile togliere dalla dieta quotidiana le calorie assunte tramite bevande quali vino o bibite zuccherate, sostituendole con dell’acqua pura, totalmente priva di calorie. Ma è sempre bene comportarsi in questo modo o è possibile continuare a bere vino senza incidere in modo pesante su una dieta ipocalorica?

I consigli del dietologo

buona parte dei dietologi consiglia ai suoi pazienti di migliorare il proprio stile di vita, senza necessariamente stravolgerlo in modo totale. La motivazione per cui spesso le diete dimagranti non riescono ad avere successo è proprio l’elevato impatto che hanno sui soggetti che le seguono e su tutte le abitudini con cui hanno imparato a convivere nel corso degli anni. Una dieta ipocalorica tende a diminuire le calorie ingerite nel corso delle giornata, non per questo è necessario che sia anche punitiva o “triste”. Negli ultimi anni si sta rivalutando il ruolo che la componente psicologica dell’alimentazione ha nella dieta di ognuno, cosa che ha portato a preparare regimi alimentari che meglio seguono i desideri di ogni soggetto ad essi sottoposti. Oltre a questo diverse ricerche hanno valutato i vantaggi dovuti al consumo moderato di alcuni tipi di bevande alcooliche, in primis il vino rosso.


I polifenoli del vino

Il vino rosso contiene alcune sostanze, chiamate polifenoli, che possono avere un interessante effetto benefico sul nostro organismo. Queste sostanze hanno un’intensa attività antiossidante, di cui si può godere già con un consumo minimo. Se non si superano le quantità prescritte dal dietologo, bere ogni giorno un bicchiere di vino rosso, per accompagnare il pasto principale, non solo non è nocivo per la dieta, ma ci permette anche di ottenere i massimi vantaggi da questa bevanda, che riguardano buona parte degli organi e degli apparati del nostro organismo. Stare a dieta non significa per forza consumare cibi che non ci piacciono o rinunciare a tutto ciò che amiamo, l’importante è farlo con attenzione e oculatezza.

La restrizione per quanto riguarda le bevande alcooliche

Le bevande alcooliche contengono una buona dose di calorie, soprattutto quando l’alcool in esse presenti è molto, come nel caso dei superalcoolici. Questo tipo di bevande infatti sono di solito bandite da qualsiasi dieta. Ciò non significa che lo siano anche le bevande con contenuti minori di alcool, come ad esempio la birra o il vino. Per riuscire a contenerne il consumo è possibile decidere di cambiare tipo di visione, valutando più la qualità rispetto alla quantità. Si può più facilmente rinunciare a bere diversi bicchieri di vino a pasto sostituendoli con un singolo bicchiere di Montepulciano d’Abruzzo di ottima qualità, consentendo al nostro organismo di assumere una buona dose di polifenoli presenti in questa bevanda, ma anche al nostro palato di sentirsi soddisfatto e di godere di una bevanda dal sapore ottimo e corroborante.