Perdere peso con la dieta chetogenica



Quanto è efficace la dieta chetogenica per perdere peso? Andiamo a scoprire tutti i pro e i contro di questa innovativa dieta di cui si è parlato tanto quest’estate. Cominciamo dalle basi: eliminare pasta e pane, è sufficiente per affermare che si sta seguendo una dieta chetogenica?

Beh, non proprio ci dice Beppi Candido, autore del blog Segreti del benessere: “Essenzialmente una dieta chetogenica comporta l’eliminazione di carboidrati complessi e semplici per un certo quantitativo di tempo che potrebbe essere tra i venti giorni e i due mesi”.

Ma ovviamente questo non significa solo dire addio a un bel piattone di spaghetti al ragù e stare lontani da qualsiasi forma di pagnotta di pane. Purtroppo no, lo sforzo da compiere è leggermente più grande, poiché è previsto anche il dover rinunciare per qualche tempo a frutta, formaggi e altri derivati dei latticini, ovviamente a qualsiasi tipo di dolce ma, e questo potrebbe stupirti, anche ad alcuni tipi di ortaggi (come ad esempio le carote e i pomodori). E non dimentichiamo che anche tutte le bevande zuccherine saranno da considerarsi off limits: per perdere peso efficacemente è necessario scambiare coca cola, tè freddo e succhi di frutta con la sempre sana acqua che non contiene niente di pericoloso per la tua salute. Anzi, a questo proposito, ti suggerisco di consumare quotidianamente due litri di acqua al giorno, che, anche se possono sembrare tanti, sono un grandissimo aiuto per l’equilibrio del tuo organismo quando si comincia una nuova dieta”.

“Ovviamente la giusta dieta chetogenica che faccia al caso tuo dovrebbe esserti suggerita da un dietologo che sappia modellarla sulle tue specifiche esigenze fisiologiche. Infatti a partire da questa base, si possono applicare tantissime variazioni più o meno rigide” – conclude il blogger di Segreti del benessere.


Come funziona e quali sono i pro e i contro

Sapevi che la dieta chetogenica inizialmente non era stata pensata per perdere peso, bensì era nata per controllare l’epilessia? Ebbene sì, ancora oggi, in ogni caso, la dieta chetogenica rimane tra le più popolari e chiacchierate opzioni per abbassare il rischio di colesterolo cattivo e allo stesso tempo aiutare il corpo a bruciare più efficacemente i grassi.

Nella pratica, la dieta chetogenica si sviluppa sul principio di giungere a una condizioni in cui l’ipoglicemia viene prolungata grazie a un alto apporto di proteine per utilizzarli a scopi puramente energetici. Sono sicura che la prima domanda che vorresti farmi è: ma funziona? Quanto peso posso aspettarmi di perdere? Quando applicata correttamente, con la dieta chetogenica, gli esperti affermano che puoi arrivare a perdere anche fino a quattro chilogrammi in una sola settimana. La cosa migliore, però, è che seguendo questo tipo di dieta la perdita di peso non si accompagna a una perdita di massa muscolare, che grazie ai cibi altamente proteici rimane intatta.

Ora che abbiamo raccolto qualche dato potenzialmente positivo, è bene domandarsi anche se ci sono dei possibili effetti collaterali nel seguire questo tipo di dieta. I dietologi si raccomandano di seguire questa dieta con la guida di un esperto, dal momento che a un taglio così netto dei carboidrati su un organismo che non è abituato a farne a meno possono seguire alcuni piccoli scompensi, quali: vertigini, debolezza e ipoglicemia. Questi sono effetti che si manifestano in prevalenza quando si comincia questo tipo di dieta ma possono protrarsi anche fino alla fine della seconda settimana. Una piccola nota alla quale dovresti fare attenzione: ci sono alcuni dietologi che ritengono che la dieta chetogenica sia povera di alcune sostanze essenziali per il benessere totale dell’organismo, e per questo motivo consigliano di abbinarla all’assunzione di alcuni tipi di integratori specifici che possano aiutare il giusto funzionamento dell’intestino.  Come ti dicevo qui sopra, è davvero essenziale che non ti dimentichi di rimanere ben idratata tutto il giorno, ancor più se alla dieta abbini anche tanto esercizio fisico e se la temperatura esterna è ancora quella calda estiva. Infine, come ultimo consiglio, ti invito anche a variare spesso sul menù settimanale, dal momento che utilizzare sempre gli stessi prodotti non è solo stancante e noioso per il palato ma lo è anche per il corpo.