Massaggi antistress. Ecco i punti da massaggiare.



Ogni giorno le tensioni e le scorrette posture creano nel nostro corpo delle reazioni anche a livello muscolare, con un accumulo di stress che va eliminato a fine giornata o, comunque, periodicamente. Un evento stressante, una prova logorante, oppure un periodo di grande fatica psico-fisica possono creare delle tensioni in alcuni punti del corpo, su zone bersaglio dello stress bene definite. Emozioni, fatica, preoccupazioni e ansie si possono somatizzare tramite contrazioni muscolari, che un adeguato massaggio antistress può alleviare.

Massaggio antistress rilassante

Il bisogno di rilassamento e cura di sé è la risposta migliore e veloce per ristabilire l’equilibrio psico-fisico e riscattare la vitalità. Il bagno o doccia serale per tonificare e rivitalizzare il corpo spesso non bastano, così come un adeguato stretching non è sufficiente per sciogliere le tensioni muscolari, ricorrenti in una determinata zona-bersaglio.

Dove si accumula la tensione: i muscoli su cui agire col massaggio antistress

Molte persone che lavorano al PC, ad esempio, lamentano dolori al collo, alle spalle e alla schiena dovuti alla postura scorretta durante l’attività al computer, ma anche alla tensione muscolare che si crea quando si lavora sotto stress e con le spalle sempre contratte. Chi si trova molte ore in piedi, al contrario avrà facilmente gambe, anche e muscoli lombari contratti. E per chi svolge un’attività di fatica fisica in cui usa le braccia, ovviamente il rischio è quello di contratture e tensioni continue su schiena e spalle.

Ovviamente, i punti dove effettuare un massaggio antistress sono tanti e vanno valutati, appunto, a seconda delle circostanze. Un professionista che abbia frequentato dei e validi, corsi di massaggio riconosciuti saprà al primo tocco come individuare le zone doloranti (trigger point), oppure quelle soggette a tensione quotidiana, che possono addirittura arrivare a compromettere l’elasticità del muscolo e l’elasticità articolare.

Il tutto, dovuto all’affaticamento del sistema nervoso, è sintomo di una dinamica di stress continua in cui il carico e scarico delle energie non funziona correttamente e le tensioni accumulate coinvolgono il respiro, il ristagno dei fluidi del corpo, la tensione muscolare e la postura rigida continua. Si tratta di blocchi vitali che passano dalla mente al corpo, che andranno assolutamente sbloccati dal massaggiatore per decontrarre entrambi.

Dovendo raggiungere l’obiettivo di favorire la distensione muscolare, si parte dalla distensione dei punti irrigiditi dalla tensione, creando un rapporto di comunicazione tra ricevente e massaggiato. Il messaggio “relax” passerà attraverso le mani, per arrivare agli stimoli nervosi.

Per rilassare la muscolatura e riattivare le energie

Il massaggio antistress nasce proprio per suscitare sensazioni di relax a livello psico-fisico, con un’azione anche riequilibrante e armonica, che deriva dalla concezione orientale del massaggio. Sono varie le tecniche di massaggio decontratturante e rilassante per agevolare il benessere, e un ottimo massaggiatore professionista saprà quale utilizzare in base alle varie proprietà dei massaggi antistress. Valuterà le modalità per risvegliare i centri di energia, che devono essere adeguatamente sollecitati per fornire benefici a livello muscolare, circolatorio e del sistema nervoso centrale (una garanzia di relax!). Se molti massaggiatori prediligono la manipolazione del massaggio neuromuscolare altri si concentrano sul massaggio bioenergetico, che comprende interventi di riflessologia, massaggio shiatsu e cinese.

Chi ama le tecniche di massaggio innovative, si può rifare al massaggio californiano, che stimola i tessuti rivitalizzando la circolazione linfatica, ma sempre con una grande attenzione all’aspetto antistress, rilassante e di contatto tra ricevente e massaggiatore. La manipolazione rende un beneficio immediato mediante i recettori situati sulla pelle, in grado di scaricare tensioni ed emozioni all’esterno, tramite un contatto efficace e benefico.

I vantaggi del massaggio antistress

  • Migliora l’equilibrio psico-fisico
  • Migliora la respirazione
  • Scarica le tensioni muscolari
  • Aumenta la produzione di endorfine e il buonumore
  • Favorisce la circolazione sanguigna
  • Regola la pressione arteriosa
  • Favorisce il sonno regolare
  • Diminuisce gli eccessi di appetito.

I punti da massaggiare in funzione antistress

Si parte da una prima fase di sfioramento del corpo, per stabilire un relax a livello epidermico in modo globale. Il tocco del massaggiatore deve ispirare fiducia, passando poi a delle manipolazioni decise nei punti chiave dello stress, in grado di stimolare i riflessi nervosi, la muscolatura e la circolazione di sangue e linfa. In molti casi si segue un lavoro di individuazione delle tensioni manuale, mentre in altri si lavora sui punti energetici del corpo, come vuole la tradizione orientale del massaggio.

La riattivazione dei punti energetici viene effettuata sui distretti muscolari che hanno effetto sull’energia vitale, un ponte tra corpo e spirito. Spesso coincidono anche con i punti di tensione della tradizione occidentale, sollecitati in modo anomalo dalle tante attività quotidiane. La mappa del corpo energetico ovvero la superficie in base a cui scorrono le correnti di energia, è formata a grandi linee dai seguenti punti per il massaggio antistress:


  • Braccia e gambe – in particolare la zona muscolare al centro della mano, l’articolazione della caviglia, il polso, la metà dell’avambraccio e del polpaccio.
  • Ginocchio e gomito – articolazioni da massaggiare delicatamente
  • Spalla – articolazione con le braccia
  • Addome – sulla vescica e l’ombelico
  • Torace – zona superiore del petto e al centro
  • Schiena – base delle natiche, muscoli lombari, tutto il dorso, le scapole
  • Testa – ai lati degli occhi e delle narici, alle tempie e nel punto tra le sopracciglia, sommità della testa e sopra le tempie.
  • Collo – tutto, in particolare la zona dove scorrono le arterie e i due punti sul retro del collo.

È fondamentale che la presa sia solida ed energica, nei punti dove sia possibile e non ci siano articolazioni o arterie, sopratutto nel caso in cui si lavori con la digitopressione. Una tecnica che il massaggio orientale shiatsu considera essenziale per liberare i punti di energia del corpo costretti dallo stress. Tramite tale lavoro di pressione sui punti meridiani energetici, si può rilassare totalmente il corpo anche tramite l’applicazione di oli essenziali.

In ogni caso, una volta individuato il punto, il massaggiatore lavora mediante manipolazioni con mani e avambraccio fino al gomito, per creare uno scambio energetico completo. Il corpo sarà avvolto mentre la respirazione andrà sincronizzata e portata ad un respiro lento, in grado di scaricare le energie negative e sciogliere le tensioni represse. Secondo alcune tecniche orientali dedicate al massaggio del viso, anche il volto può essere una zona importante per scaricare le tensioni, con una tecnica di massaggio facciale antistress che collega i punti del viso ad altri nel corpo. Si parte sempre dalla digitopressione tra fronte, sopracciglia, mento, etc. per arrivare a colpire il sistema gastrointestinale, il fegato, il cuore, la testa, etc. Le manipolazioni del massaggio facciale vanno fatte con le nocche, per arrivare a rilassare l’intero corpo agendo… sul viso!

Prevenire disturbi da stress col massaggio

Gli stati ansiosi e di tensione, possono provocare alla lunga delle problematiche di salute, a causa delle troppe sollecitazioni fisiche ed emozionali. Per questo, sono fondamentali dei momenti di recupero che possano rivitalizzare il sistema immunitario, favorendo il corretto funzionamento dell’apparato gastrointestinale, di quello osteo-articolare, cardiovascolare e neurologico. Perché anche dal punto di vista psicologico, gli stati di stress protratti nel tempo possono portare a disturbi come depressione, insonnia, attacchi di panico (DAP) e disturbi della concentrazione. La prevenzione di tali disturbi passa anche attraverso la difesa degli stati di stress prolungato, tramite un corretto rilassamento psico-fisico e massaggi mirati. Risulta, quindi, importante prevenire ogni condizione di stress continuo e agire in modo da favorire costantemente il nostro relax.